Pari opportunità

Pari opportunità

L’art. 14 comma 4, lett. h, del decreto legislativo n. 150 del 2009 pone in capo agli OIV nelle Amministrazioni pubbliche la verifica dei risultati e delle buone pratiche di promozione delle pari opportunità, ponendo, pertanto, l’attenzione delle Amministrazioni sulla necessità di costruire un processo di promozione e raccolta delle buone pratiche.
In questo quadro si evidenziano i nuovi Comitati unici per la garanzia per le pari opportunità, la valorizzazione del benessere di chi lavora e contro le discriminazioni (CUG).
L’art. 21 della legge 4 novembre 2010, n. 183 ha apportato alcune modifiche al D.Lgs. 30 marzo 2001, n. 165, prevedendo, in particolare, che le pubbliche amministrazioni costituiscano "al proprio interno, entro centoventi giorni dalla data di entrata in vigore della presente disposizione e senza nuovi o maggiori oneri per la finanza pubblica, il "Comitato unico di garanzia per le pari opportunità, la valorizzazione del benessere di chi lavora e contro le discriminazioni" che sostituisce, unificando le competenze in un solo organismo, i comitati per le pari opportunità e i comitati paritetici sul fenomeno del mobbing, costituiti in applicazione della contrattazione collettiva, dei quali assume tutte le funzioni previste dalla legge, dai contratti collettivi relativi al personale delle amministrazioni pubbliche o da altre disposizioni" (art. 57, comma 1).
In attuazione delle disposizioni contenute nella legge 183/2010 e nella successiva direttiva 10 marzo 2011, emanata dal Dipartimento della Funzione Pubblica, di concerto con il Dipartimento per le Pari Opportunità della Presidenza del Consiglio dei Ministri e recante “Linee guida sulle modalità di funzionamento dei "Comitati Unici di Garanzia per le pari opportunità, la valorizzazione del benessere di chi lavora e contro le discriminazioni" (art. 21, legge 4 novembre 2010, n. 183), è stato dato avvio, con decreto del Segretario Generale n. 39 del 4 ottobre 2011, alla procedura per la costituzione del CUG anche in seno a questa Autorità. La novità di questo nuovo organismo è costituita dalla previsione normativa di unificare tutte le funzioni che la legge, i contratti collettivi e altre disposizioni attribuiscono ai Comitati per le pari opportunità e ai Comitati paritetici sul fenomeno del mobbing.
La composizione del CUG è stata riformata con decreto segretariale n. 11 del 24 gennaio 2013.

 

 

Tags: